Intervista “QuiLicata.it” Serena Cicatello Shabby Chic

La settimana scorsa, sono stata intervistata da quilicata.it, ecco un estratto dell’intervista.

Esplode la passione per lo “Shabby Chic”, Serena Cicatello: “Rende la casa accogliente e luminosa”

Lo stile “Shabby Chic” imperversa. Sono tante le donne che scelgono di arredare la propria casa in questo modo, e chi lo ha già fatto non è affatto pentita di averlo scelto. Per farci spiegare questa tendenza abbiamo intervistato la decoratrice d’interni Serena Cicatello.

Ciao, dicci chi sei:

 Ciao, sono Serena Cicatello. Sono nata e cresciuta in Sicilia in provincia di Agrigento e precisamente a Licata, per un periodo ho girato un po’ l’Italia, circa 10 anni fa ho scoperto (e subito mi sono innamorata) lo stile Shabby Chic.
Mi sono molto documentata e frequentato diversi corsi, che tutt’ora frequento per rimanere sempre aggiornata sulle tecniche e gli stili che fanno tendenza. Nel corso di questi anni sono diventata una decoratrice d’interni. Da circa 6 mesi ho aperto il mio primo laboratorio, Tendenze Shabby Chic.
Il mio obbiettivo è cambiare stile ad ogni casa o un’attività commerciale, renderla unica, speciale, guidare e definire le priorità, le esigenze, armonizzandole con i gusti estetici dei clienti, fino a realizzare per loro l’arredo perfetto.
Nel mio negozio Shabby Chic, seleziono mobili e complementi d’arredo unici, e con tecniche professionali e passione li trasformo e li dipingo a mano.

Come si arreda una casa in stile Shabby Chic? Lo shabby chic è uno degli stili più in voga negli ultimi anni perché è raffinato ma non stucchevole, romantico ma non noioso, rende la casa accogliente e luminosa allo stesso tempo.
Il termine Shabby Chic molto più spesso viene usato in modo inflazionato in termini di arredamento. Infatti viene usato per indicare un comodino, tavolo, armadio, credenza, consolle anche se quegli arredi non hanno nulla di Shabby Chic, ad esempio, non basta che il mobile sia tutto bianco, non deve essere liscio, i colori devono creare movimento ed ombre.
Come già scritto in precedenza Shabby Chic significa usurato/sciupato elegante. Termini che messi vicino stridono un po’, ma osservando più da vicino si capisce perché stanno bene insieme: in primo luogo, vengono utilizzati mobili estremamente eleganti, eredi di un passato lontano, forme classiche e ricercate, intarsi, ed infine si da quel tocco vintage facendo apparire la vernice usurata, vissuta. È uno stile con regole ben definite e oltre alle caratteristiche precedenti anche i colori devono rispettare determinati canoni, sui più spiccano:

  • l’avorio, il grigio tortora, il bianco e il beige, con qualche tocco di rosa e di viola lavanda, e leggere sfumature in oro;
  • Carta da parati, mura dipinte, lenzuola con dettagli in pizzo o a fiorellini, tende romantiche, pizzi e merletti nei punti giusti contribuiscono a creare un’atmosfera vintage;
  • Oggetti dall’ aspetto antico, o realmente d’epoca dal sapore romantico: candele e candelabri, cornici, specchi, cuscini, lampade e lampadari.

 

Lo Shabby Chic, oltre ad essere in voga da quasi un decennio, è uno stile senza tempo?

 

Si, come diceva Coco Chanel, la moda passa, lo stile resta.

Attenzione però: arredare in questo stile non è semplice, il rischio di creare un’ambiente piatto è elevato. La progettazione dell’arredo e l’ordine giocano un fattore fondamentale per creare un risultato armonioso.

Ti occupi solo di shabby chic?

 No, come già detto prima, quello che mi piace fare è consigliare, trovare la giusta proposta per ogni ambiente, certo non posso proporre ad una cliente che mi chiede di rinnovare la cameretta del figlio quasi adolescente lo stile Shabby che comunque rimane il leitmotiv. In quel caso cerco di capire cosa può piacere ad un ragazzo, colori scuri? Allora posso proporre lo stile Industrial che vede predominare il nero, il ferro, vecchie ruote, scritte sbiadite.

Ti Lascio un esempio di un lavoro che ho fatto per una mia cliente qualche settimana fa. Se invece si tratta di una ragazza propongo diversi stili, sempre rispettando la natura del mobile, dal brocante al chippy, al nordico, e per le più eclettiche il boho una tendenza dai colori forti e brillanti. Ti lascio qualche foto di esempio qui sotto.

Unire un arredamento moderno allo stile shabby chic? 

Si, se si combinano i giusti elementi insieme, il risultato è di grande effetto. Se qualcuno ti dice che arredare in stile shabby chic significa prendere mobili vecchi per dare un aspetto vintage alla casa, sbaglia, non è vero!

Il vero shabby chic, quello dall’ aspetto elegante e raffinato, lo si può ottenere soltanto acquistando mobili di un certo design, come quelli che facevano un tempo… oggi purtroppo quella qualità non c’è più!

Ricorrere ad una consulenza e all’ aiuto di un professionista per l’acquisto o la realizzazione di un arredo in stile shabby chic è la scelta migliore per non sbagliare. Non serve attenzione solo nella scelta dei mobili, ma anche sulle combinazioni di colori, il TUTTO BIANCO, alla lunga, può risultare noioso, pesante e fastidioso per gli occhi.

 

FONTE QUILICATA.IT

Lascia un commento